Forze fresche alla tradizionale pappatoia del Sabato di Carnevale. Ringraziamo la Preside Bachetti e il fantastico Savino Lolli. Il loro impegno, la loro disponibilità ed il loro profondo sentimento di conservazione della Tradizione ha spinto alcuni allievi dell’antico Istituto Celso Ulpiani a desiderare di partecipare in prima persona alla Raviolata. Così cantinieri, chef e maitre di sala in fieri, avranno spazio e ruolo nel corso della classica manifestazione alla Loggia dei Mercanti. Lieti ne diamo notizia ed altrettanto lieti apprendiamo che alcune squadre dell’antico Istituto Celso Ulpiani parteciperanno allo storico Torneo della Ramazza del Sabato mattina.

L’Istituto Professionale Statale per i Servizi Enogastronomici e l’Ospitalità Alberghiera (I.P.S.S.E.O.A.) di Ascoli Piceno nasce nel 2007 presso l’Hotel Marche di via Kennedy come sezione associata dell’IPSSAR “Buscemi” di San Benedetto del Tronto.
Costituita, inizialmente, da due sole classi, la nostra scuola ha incrementato velocemente le iscrizioni tanto che, dall’anno scolastico 2012/2013, è necessario ubicare alcune classi presso le aule dell’ultimo piano dell’Istituto Professionale Ceci, sito in via Faleria, di fronte all’hotel Marche.
A partire dal 2014 l’Istituto è annesso all’ITAS Ulpiani di Ascoli, con il progetto di creare un polo enogastronomico del Piceno, volto a curare in maniera integrata e completa il processo di produzione, di trasformazione e di offerta al pubblico dei prodotti enogastronomici, con particolare attenzione alla valorizzazione del territorio e delle produzioni locali.
Attualmente l’Istituto, rinnovato e ulteriormente arricchito di aule e laboratori, è costituito da ben 15 classi e propone diversi settori professionalizzanti: Enogastronomia, Sala e Vendita e Accoglienza turistica. I nostri ragazzi provengono sia dal centro città, sia dai paesi limitrofi, sia dai comuni della Vallata del Tronto e della Val Vibrata, ma anche da paesi più lontani, come Amatrice, grazie alla rete stradale e ferroviaria che rende agevoli i collegamenti.
L’Istituto, oltre ad avvalersi della collaborazione di docenti qualificati, attenti ai bisogni dei ragazzi ed esperti soprattutto nei settori professionalizzanti, arricchisce l’offerta formativa con specifici e obbligatori periodi di Alternanza Scuola-Lavoro, da svolgere in varie strutture ricettive, sia locali, sia regionali, sia nazionali e promuove occasioni di potenziamento professionale con esperienze e stages all’estero.
Anche le discipline teoriche sono valorizzate in modo da poter garantire una buona formazione culturale di base che consenta, dopo il conseguimento del Diploma di Stato, l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria.
L'Istituto Tecnico Agrario Statale "C. Ulpiani" con ordinamento specializzato per la viticoltura e l'enologia ebbe origine come Regia Scuola Pratica di Agricoltura nel 1882. La Scuola trovò la prima sede, con annesso convitto, nel convento dell'Annunziata, e fu dotata di un'azienda, di attrezzati laboratori e di un'efficiente cantina, perché l'enologia occupò subito uno spazio importante.
Nel periodo tra le due guerre mondiali, la sede della Scuola Pratica di Agricoltura fu trasferita sulla Salaria, in un nuovo edificio, al centro di un vasto podere, che si prestava ottimamente alla pratica didattica. Nel 1931 fu trasformata in Regio Istituto Tecnico Agrario. Dopo la seconda guerra mondiale, l'Istituto acquistò un grande prestigio, sia in campo nazionale che internazionale ed avviò un rapporto di scambio con diverse università, per cui ottenne, nel 1969, la specializzazione in Viticoltura ed Enologia ed attivò, in collaborazione con l'università di Milano e con Conegliano Veneto il Centro di Selezione clonale della vite, aggregato al C. N. R. Nel 1975 all'Istituto venne data in dotazione la grande proprietà Marcatili, sita in località Marino del Tronto, di oltre 55 ettari, che nel tempo è stata sempre più migliorata con nuovi impianti di frutteti, oliveti, vigneti e di un vivaio fra i più apprezzati in campo nazionale. La vecchia azienda è stata trasformata in Giardino Botanico Didattico ove sono stati costruiti un laghetto ed un' anfiteatro. Nel 1987, nell'ambito delle innovazioni e nella prospettiva della riforma della scuola media superiore, è stata attivata la sperimentazione didattica progetto "Cerere", con corsi di studio differenziati in un biennio comune seguito da un triennio (Perito Agrario) o da un quadriennio (Perito Agrario "Enotecnico") a seconda del Diploma che si intende conseguire. Dall’anno scolastico 2008-2009, è stata concessa l’attivazione di un Istituto D’istruzione Professionale Per L’agricoltura e L’ambiente per ampliare l’offerta formativa. L'Istituto è inserito dal 2005, nell'elenco regionale delle strutture formative accreditate per le macrotipologie formative: obbligo formativo, formazione superiore e formazione continua.





f t g