Con i festeggiamenti di Sant’Antonio Abate,  che culmineranno nella giornata di mercoledì prossimo, 17 gennaio, si aprirà secondo tradizione il percorso che avvicina gli ascolani all’edizione 2018 del Carnevale. Come ogni anno, infatti,  il programma dei tradizionali festeggiamenti per il Santo rappresenta il momento di apertura della manifestazione carnascialesca grazie alla consolidata collaborazione tra il Comitato festeggiamenti Sant’Antonio Abate e l’Associazione “il Carnevale di Ascoli” che quest’ anno si concretizza per la dodicesima volta. Ricco come sempre il programma che proprio mercoledì in mattinata, nella chiesa di S. Giacomo della Marca, prevede la celebrazione di Messe. Sempre in mattinata, alle ore 9,30, appuntamento al chiostro di San Francesco con la Fattoria di Sant’Antonio Abate. Poi, alle 13, la statua del Santo verrà esposta in piazza del Popolo, mentre dalle 15 inizierà ad esibirsi in centro il gruppo folkloristico “La Pemmadora”. Alle 15,30 il vescovo di Ascoli monsignor Giovanni D’Ercole, procederà con la benedizione degli animali e dei mezzi agricoli. Alle 16 avrà inizio la processione che condurrà la statua da piazza del Popolo fino alla chiesa di San Giacomo delle Marca, dove alle 18,30 verrà celebrata la Messa di chiusura della festa. Durante tutta la giornata, inoltre, si svolgerà la V Cavalcata per Sant’Antonio Abate in collaborazione con il Centro ippico “Le coste”. Nell’ambito del mercatino dell’antiquariato si terrà la rassegna dei canti di questua giunta quest’anno alla settima edizione. Dopodiché, nel pomeriggio di sabato 20 gennaio, sempre in centro, durante il mercatino, si esibiranno il gruppo folkloristico Pozza ì be’ e il Gruppo del Marino.

f t g